L’aglio invecchiato aiuta in caso di gengivite

 

 

 

 

 

 

Per valutare l’attività di un estratto di aglio invecchiato su gengivite e sanguinamento gengivale è stato eseguito uno studio di gruppo parallelo randomizzato, controllato, in singolo cieco (esaminatore).

Lo studio – condotto da un gruppo di ricercatori israeliani – è durato quattro mesi. I partecipanti sono stati stratificati e assegnati in modo casuale a un gruppo sperimentale, che ha assunto un estratto di aglio invecchiato (Aged Garlic Extract, AGE), o un gruppo di controllo, in base a sesso, età, numero dei siti di sanguinamento alla baseline e stato di salute gengivale.

La valutazione è stata eseguita a inizio studio e dopo uno, due, tre e quattro mesi; la valutazione clinica è stata condotta da tre esaminatori esperti.

Centocinquantuno partecipanti soddisfacevano i criteri di inclusione: di questi il 50,3% erano maschi, con un’età media di 32,7 ± 8,2 anni. Solo 134 hanno completato lo studio, con una percentuale di attrito o non compliance dell’11,3%.

Di seguito in sintesi i risultati del trial: è stata osservata nel gruppo sperimentale una diminuzione statisticamente significativa dell’indice gengivale modificato e dei punteggi dell’indice di sanguinamento gengivale rispetto al gruppo placebo, sia tra i due gruppi sia all’interno dei gruppi stessi (p <0,001).
La conclusione degli autori è che il consumo giornaliero di un estratto di aglio invecchiato favorisce la salute orale riducendo l’infiammazione e il sanguinamento dalle gengive.

 

Fonte: Zini A, Mann J, Mazor S, Vered Y. The Efficacy of Aged Garlic Extract on Gingivitis – A Randomized Clinical Trial. J Clin Dent. 2018 Jun;29(2):52-56.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here