I benefici della portulaca su profilo lipidico e glicemia

 

 

 

 

 

 

 

La portulaca (Portulaca oleracea L.), detta anche porcellana o porcacchia, è una pianta appartenente alla famiglia Portulacaceae, genere Portulaca, ampiamente usata soprattutto in cucina. Negli ultimi anni sono state individuate anche alcune proprietà nutrizionali e salutistiche: ad esempio la portulaca è una fonte vegetale di acidi grassi polinsaturi del tipo omega-3 e di acido α-linolenico, possiede un elevato contenuto di proteine e di polisaccaridi idrosolubili, una buona tolleranza alla salinità e una discreta capacità di accumulo dei metalli pesanti.

Nonostante una tradizione di uso della portulaca nel trattamento popolare della dislipidemia e dell’iperglicemia, le prove di efficacia derivate dagli studi clinici sono tuttora controverse.

Questo studio ha valutato l’efficacia della supplementazione di portulaca sui parametri lipidici e lo stato glicemico in una popolazione adulta. A tal fine dopo una ricerca su PubMed, Scopus, ISI Web of Science e Google Scholar fino al 15 gennaio 2018 degli studi randomizzati controllati che hanno valutato l’impatto della portulaca su glicemia a digiuno, trigliceridi, colesterolo totale (TC), colesterolo LDL e HDL, è stata condotta una revisione sistematica.

I risultati della metanalisi

A causa dell’eterogeneità rilevata tra gli studi, anche per quanto riguarda formulazioni e dosaggi della portulaca, nella metanalisi è stato applicato un modello a effetto casuale o fisso. I risultati di sei studi randomizzati e controllati (per un totale di 352 partecipanti) hanno indicato che la portulaca può ridurre la glicemia a digiuno e i livelli dei trigliceridi. Le variazioni nelle concentrazioni di colesterolo totale, LDL e HDL non hanno raggiunto la significatività.

L’analisi per sottogruppi ha mostrato che la portulaca ha un’azione positiva su glicemia a digiuno, trigliceridi, colesterolo totale, LDL in un sottogruppo di studi in cui la portulaca era stata assunta in dosaggio> 1,5 g/die.

Si è visto, inoltre, che è più efficace nel migliorare la glicemia a digiuno, il colesterolo totale e LDL nelle donne rispetto agli uomini. Questa revisione sistematica con metanalisi suggerisce dunque che la portulaca possa migliorare il profilo lipidico e glicemico, anche se sono necessari nuovi studi con tempi e dosaggi sufficienti per confermare questi risultati.

Fonte: Hadi A, Pourmasoumi M, Najafgholizadeh A, Kafeshani M, Sahebkar A. Effect of purslane on blood lipids and glucose: A systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. Phytother Res. 2019 Jan;33(1):3-12.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here