Allo studio le proprietà neuroprotettive del cumino nero

nigella sativa

 

 

 

 

 

 

Negli ultimi anni le piante medicinali hanno suscitato un notevole interesse nella sfera salutistica e queste vengono sempre più utilizzate a supporto o in alternativa ai farmaci di sintesi. Numerosi studi, d’altra parte, hanno dimostrato che la fitoterapia viene applicata nella prevenzione e nel trattamento di diverse condizioni.

Questo trend si rileva anche nell’ambito neurologico. La ridotta tossicità, la disponibilità e il minor costo delle piante medicinali e dei loro componenti rispetto a molti farmaci sintetici le rendono un’opzione interessante e sostenibile per il trattamento di alcune malattie neurologiche.

Il cumino nero (Nigella sativa L. Ranunculaceae) è una pianta medicinale con un forte background tradizionale; il timochinone (TQ) è uno dei principali componenti attivi dell’olio essenziale dei semi di N. sativa e molti effetti e azioni di questa pianta sono riconducibili ad esso. Fra questi effetti anti-tumorali, anti-microbici, antistaminici, immunomodulanti, antinfiammatori e antiossidanti.

Molte revisioni della letteratura scientifica hanno esaminato questa pianta e le sue componenti, ma nessuna ne aveva valutato in maniera specifica gli effetti neuroprotettivi.

Colma la lacuna questa rassegna che ha vagliato in modo specifico gli studi sugli effetti neuroprotettivi del cumino nero e di questo suo componente pubblicati tra il 1979 e il 2018.

I risultati di questi studi hanno dimostrato che N. sativa e timochinone hanno effetti protettivi contro depressione, epilessia, ischemia, morbo di Parkinson e trauma cranico; tali attività tuttavia sono state rilevate per lo più con lavori condotti su linee cellulari e in modelli animali sperimentali, mentre sono molto scarsi quelli condotti sull’uomo.

Si auspica di conseguenza – è la conclusione degli autori della rassegna – che vengano disegnati studi clinici rigorosi per confermare gli effetti neuroprotettivi già riscontrati nelle sperimentazioni di laboratorio.

 

Fonte: Samarghandian S, Farkhondeh T, Samini F. A Review on Possible Therapeutic Effect of Nigella sativa and Thymoquinone in Neurodegenerative Diseases. CNS Neurol Disord Drug Targets. 2018;17(6):412-420.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here