Menta, il mito e la storia

menta

Il nome latino della menta, mentha, rimanda a un antico mito greco secondo cui una ninfa d’acqua di nome Mentha, figlia del dio dei fiumi Cocito, avesse una relazione con Ade e che la moglie di questi, Persefone, travolta dalla gelosia usò i suoi poteri per trasformarla in una pianta insignificante e a bassa crescita, sottoposta al calpestio dei passanti. Ade nulla poté per annullare questa trasformazione, ma conferì alla pianta una straordinaria fragranza in modo che quando veniva calpestata, la sua vera bellezza potesse manifestarsi sotto forma di aroma.

Dall’antica Grecia… ai romani

Nell’antica Grecia la menta veniva usata nei rituali funebri insieme al rosmarino e ad altre erbe aromatiche. Quest’uso della menta nei funerali e l’associazione con la morte e l’aldilà avevano probabilmente ragioni pratiche, correlate al fatto che l’intenso aroma della pianta potesse coprire gli odori del corpo dei defunti.

Gli antichi romani utilizzarono le proprietà detergenti e rinfrescanti della menta, che aggiungevano comunemente ai loro bagni oltre che per lavarsi i denti, aprendo la strada a un impiego ancora attuale. Gli Assiro-babilonesi la impiegavano contro l’atonia gastrica, mentre gli egizi la usavano per trattare i problemi digestivi, ma anche nelle operazioni di imbalsamazione e mummificazione.

Anche gli antichi rituali ebraici prevedevano di spargere foglie di menta sul pavimento della sinagoga, così che mentre le persone calpestavano le foglie, venisse rilasciata la fragranza della menta. Ippocrate, Dioscoride, Plinio e Galeno le attribuirono proprietà stimolanti dello stomaco, mentre Ippocrate la considerava una pianta anafrodisiaca. Il Mattioli, più tardi, la considerò invece adatta “ai giochi amorosi”.

Nel 1200 la menta venne introdotta nell’Europa occidentale dove veniva comunemente utilizzata come rimedio popolare per problemi gastrici, mal di testa e altri disturbi. Nel 1870, come riporta Gilberto Scotti in Flora Medica, ‘la rivista The Lancet riferiva che in Cina l’olio essenziale di menta, applicato con un pennellino, calma prontamente i dolori nevralgici della faccia’.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here