Zafferano: confermata efficacia nella depressione

I prodotti a base di erbe, in particolare gli estratti di Hypericum perforatum, sono stati ampiamente utilizzati come trattamento di prima linea per la depressione da lieve a moderata, ma recentemente sono stati condotti diversi studi clinici randomizzati e controllati per valutare l’efficacia su questo problema anche dello zafferano (Crocus sativus).

Fra questi una revisione della letteratura sugli studi clinici randomizzati pubblicati attualmente disponibili per fornire una valutazione aggiornata dell’efficacia dello zafferano nella depressione lieve o moderata rispetto al placebo o agli antidepressivi di routine.

La metanalisi è stata realizzata secondo le linee guida PRISMA utilizzando i programmi statistici Comprehensive Meta-analysis e RevMan. La ricerca è stata condotta sulle banche dati medico-scientifiche PubMed, Embase, Cochrane Central of Controlled Trials e Web of Science includendo soltanto gli studi clinici randomizzati controllati con placebo su persone con depressione lieve o moderata che utilizzavano lo zafferano per via orale.

Sono stati inclusi nell’analisi qualitativa undici studi randomizzati e nove di questi sono stati raggruppati per l’analisi statistica. Secondo questa metanalisi, lo zafferano ha un effetto significativo sulla gravità della depressione ed è più efficace del placebo in modo statisticamente significativo (p = 0,001) e non inferiore ai farmaci antidepressivi testati.

 

Fonte: Tóth B,  Hegyi P,  Lantos T et al. The Efficacy of Saffron in the Treatment of Mild to Moderate Depression: A Meta-analysis. Planta Med 2019; 85(01): 24-31.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here