Erbe e infezioni del tratto respiratorio

Le infezioni respiratorie di origine virale – raffreddore comune, faringite, influenza – sono molto comuni. A fronte dell’efficacia variabile dei vaccini influenzali e dei limiti delle cure farmacologiche convenzionali, si utilizzano a scopi preventivi e terapeutici di questi disturbi anche preparati a base di erbe e piante medicinali.

Alcuni di questi interventi sono stati confermati dalla ricerca scientifica, altri dall’uso tradizionale e, in linea generale, i trattamenti complessi e personalizzati risultano più efficaci.

In questa rassegna narrativa l’autore presenta un ventaglio di erbe che possono risultare utili per trattare e/o prevenire questi disturbi, citando fra l’altro l’aglio (Allium sativum), la liquirizia (Glycyrrhiza spp), il geranio sanguigno (Geranium sanguineum), il pelagornium (Pelargonium sidoides), il caprifoglio del Giappone (Lonicera japonica), il sambuco comune (Sambucus nigra).

Ad esempio, alcuni studi clinici hanno evidenziato le proprietà dei frutti e fiori di sambuco di ridurre la gravità e la durata dei sintomi influenzali. Una formulazione a base di fiori di sambuco, verbena (Verbena officinalis), primula (Primula veris) e genziana (Gentiana lutea) è risultata attiva su alcune forme parainfluenzali, virus respiratorio sinciziale, rinovirus e adenovirus in vitro e ha dimostrato di modulare l’infiammazione in modelli animali. Studi clinici randomizzati controllati con placebo ne hanno inoltre documentato l’efficacia su bambini e adulti, con effetti avversi minimi.

Tra le altre specie antivirali, la rassegna riporta anche l’andrographis (Andrographis paniculata), specificando che questa pianta si è dimostrata più efficace del placebo oltre che sicura, come riportano metanalisi e studi randomizzati e controllati.

Gli estratti vegetali che hanno un potenziale significativo nella prevenzione delle infezioni respiratorie includono anche il ginseng asiatico (Panax ginseng) e americano (P. quinquefolius) e il tè verde (Camellia sinensis).

Infine, la rassegna entra anche nel merito dell’Echinacea (Echinacea angustifolia), una pianta della tradizione nativa nordamericana, evidenziando in particolare come diversi studi scientifici che ne hanno vagliato le proprietà in quest’ambito siano stati realizzati utilizzando dosi troppo basse e modalità di somministrazione non tradizionali che, di fatto, ne hanno minimizzato l’attività riscontrata nell’utilizzo tradizionale.

 

Yarnell E. Herbs for viral respiratory infections. Altern Complement Ther. February 2018;24(1):35-43.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here