Gli estratti d’anguria possono migliorare il profilo lipidico

Dislipidemia e polimorfismi genetici sono associati a un maggiore rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. L’anguria (Citrullus lanatus) sembra essere in grado di migliorare l’iperlipidemia grazie al suo contenuto in nutrienti come arginina e citrullina. Sono stati quindi testati gli effetti ipolipemizzanti di un estratto di anguria, anche considerando l’influenza della variante C677T della metilentetraidrofolato reduttasi (C677T MTHFR) sulla risposta alla supplementazione. MTHFR è un enzima coinvolto nella rimetilazione dell’omocisteina e della metionina; il polimorfismo in questione può causare un aumento dei livelli di omocisteina ematica che sono considerati un fattore di rischio per la malattia vascolare. In questo studio (di fase II, randomizzato e in doppio-cieco) sono state coinvolte  43 persone con dislipidemia, che sono state assegnate random al gruppo sperimentale (n = 22) o di controllo (n = 21). I partecipanti hanno assunto giornalmente per 42 giorni un estratto d’anguria (6 gr/die) o una miscela di carboidrati (saccarosio/glucosio/fruttosio). L’analisi dei risultati ottenuti ha rivelato che l’estratto d’anguria ha ridotto il colesterolo totale plasmatico (p <0.05) e le lipoproteine ​​a bassa densità (LDL, p <0.01), senza influenzare i livelli dei trigliceridi, delle lipoproteine ad alta densità (HDL) e delle lipoproteine a ​​densità molto bassa (VLDL). Quando sono stati analizzati i dati per sottogruppi, considerando i diversi genotipi, è emerso che soltanto i portatori dell’allele T (MTHFR C677T) mostravano concentrazioni decrescenti di lipoproteine ​​a bassa densità (p <0.01). La riduzione prima osservata era quindi stata determinata dal solo gruppo MTHFR C677T. La migliore risposta al trattamento è quindi legata alla presenza del polimorfismo MTHFR C677T. Non sono state osservate variazioni dei parametri antropometrici. Gli autori concludono osservando che si tratta del primo studio che ha dimostrato l’effetto benefico del consumo di estratto d’anguria sui livelli plasmatici di lipidi negli esseri umani. Studi più ampi sono necessari per indagare più a fondo gli effetti benefici dell’estratto di anguria sul profilo lipidico in pazienti con dislipidemia. Ricerca realizzata da associati a: Graduation Program in Nutritional Sciences , Department of Nutrition, Federal University of Paraíba , João Pessoa , Paraíba, Brasile.

 

Massa NM, Silva AS, de Oliveira CV, Costa MJ, Persuhn DC, Barbosa CV, and Gonçalves MD. Supplementation with Watermelon Extract Reduces Total Cholesterol and LDL Cholesterol in Adults with Dyslipidemia under the Influence of the MTHFR C677T Polymorphism. J Am Coll Nutr. 2016;35(6):514-520.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here