L’estratto di cipolla può migliorare la disfunzione endoteliale

4.1.1

Numerose evidenze segnalano che l’assunzione, acuta o cronica, di cibi ricchi in polifenoli può migliorare la funzione endoteliale. La disfunzione endoteliale risulta implicata nell’ipertensione, nell’aterosclerosi, nei processi infiammatori e in altre condizioni e patologie che coinvolgono la funzione barriera dell’endotelio, la coagulazione e altro. La quercetina si trova abbondantemente nella cipolla ed è un flavonoide con potente attività antiossidante. Gli autori di questo studio si sono posti l’obiettivo di valutare se l’assunzione di estratto di buccia di cipolla (OPE) può, o meno, migliorare la funzione endoteliale in persone in sovrappeso e obese. Si è trattato di uno studio clinico randomizzato, in doppio cieco e controllato verso placebo che ha coinvolto 72 persone sane in sovrappeso od obese. I partecipanti sono stati assegnati random al trattamento con capsule contenenti OPE [50 mg di quercetina due volte al giorno (100 mg/die); n = 36] o capsule identiche contenenti placebo (n = 36) per 12 settimane. Al basale e alla conclusione dello studio è stata valutata la funzione endoteliale prendendo in considerazione la dilatazione flusso-mediata (endotelio dipendente; FMD), le cellule progenitrici endoteliali circolanti (EPC) mediante citometria di flusso e altri test di laboratorio. L’analisi delle caratteristiche basali (cliniche e di laboratorio) di tutti i pazienti non ha rilevato differenze significative tra i due gruppi. Dopo 12 settimane il gruppo che ha assunto OPE ha mostrato, relativamente ai valori basali, miglioramenti significativi della dilatazione flusso-mediata (da 12,5±5,2 a 15,2±6,1; p = 0,002), mentre nel gruppo con placebo al medesimo momento non è stata osservata alcuna differenza. La dilatazione mediata da nitroglicerina (endotelio indipendente) non è cambiata in nessuno dei due gruppi. Sempre nel gruppo con OPE sono risultate significativamente aumentate sia la conta delle cellule progenitrici endoteliali (44,2±25,6 verso 52,3±18,6; p = 0.005) che la percentuale di EPC. Quando i risultati FMD sono stati suddivisi in quartili, il tasso di pazienti con disfunzione endoteliale associati al quartile più basso (valore soglia -cutoff- 8,6%) di FMD è migliorato passando dal 26% al 9%. Gli autori concludono osservando che la somministrazione a medio termine di estratto di buccia di cipolla ha migliorato la dilatazione flusso-mediata e il numero (assoluto e percentuale) delle cellule progenitrici endoteliali circolanti. Ricerca realizzata da associati a vari istituti, fra questi: Division of Cardiology, Department of Internal Medicine, Kyung Hee University College of Medicine, Kyung Hee University, Seoul, Repubblica Corea.

 

Choi EY, Lee H, Woo JS, Jang HH, Hwang SJ, Kim HS, et al. Effect of onion peel extract on endothelial function and endothelial progenitor cells in overweight and obese individuals. Nutrition 2015, Sep;31(9):1131-5.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here