Il mirtillo rosso migliora lo stato ossidativo, la glucoregolazione e aumenta il colesterolo HDL

Gli autori di questo studio hanno valutato i benefici per la salute del consumo di bevande a base di mirtilli sulla glucoregolazione, sul danno ossidativo, sull’infiammazione e sul metabolismo dei lipidi in persone in sovrappeso ma, generalmente, in buona salute. Nello studio sono stati coinvolti 78 uomini e donne in sovrappeso od obesi (30-70 anni, BMI 27-35 kg/m2), con adiposità addominale (girovita: anca> 0,8 per le donne e > 0,9 per gli uomini) che hanno consumato 450 ml/die di placebo o una bevanda a basso contenuto calorico e ad alto contenuto di polifenoli di mirtillo rosso americano (CEB) per 8 settimane. Si è trattato di uno studio cinico a gruppi paralleli, randomizzato, in doppio cieco e controllato verso placebo. Al basale e dopo otto settimane sono stati raccolti i campioni di sangue e di urine per operare le analisi previste. Campioni di sangue e di urine sono stati raccolti anche durante 3 test da carico orale di glucosio (OGTT): (1) pre-intervento senza bevande, (2) in seguito a una singola dose di placebo o CEB al basale (settimana 0), e (3) dopo una singola dose di placebo o CEB alla settimana 8. Dalla sperimentazione è emerso che una singola dose di CEB (valutazione al basale) ha ridotto l’endotelina-1, aumentato l’ossido nitrico e il rapporto glutatione ridotto/glutatione ossidato (P <0,05). Dopo una singola dose di CEB al basale è risultato elevato l’interferone-γ (P <0,05); dopo 8 settimane di intervento CEB la proteina C-reattiva (a digiuno) è risultata più bassa (P <0,05). Il consumo di CEB per 8 settimane ha inoltre ridotto l’insulina sierica e aumentato il colesterolo HDL, rispetto al placebo (P <0,05). Nelle loro conclusioni gli autori scrivono che una dose acuta di una bevanda a basso contenuto calorico e ad alto contenuto di polifenoli di mirtillo rosso ha migliorato lo stato antiossidante, mentre il consumo giornaliero per 8 settimane ha ridotto i fattori di rischio di malattia cardiovascolare, migliorando la glucoregolazione, la regolazione di biomarcatori infiammatori e aumentando il colesterolo HDL. Ricerca realizzata da associati a: School of Food Science, Washington State University, Pullman, WA, USA.

Chew B, Mathison B, Kimble L, McKay D, Kaspar K, Khoo C, Chen CO, and Blumberg J. Chronic consumption of a low calorie, high polyphenol cranberry beverage attenuates inflammation and improves glucoregulation and HDL cholesterol in healthy overweight humans: a randomized controlled trial. Eur J Nutr. 2018 Feb 23 [Epub].

 

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

L’Erborista © 2018 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151