Azione positiva dell’anice sulla dispepsia funzionale

La dispepsia funzionale è caratterizzata da sazietà precoce, pienezza e disagio dopo i pasti (pienezza post-prandiale) e dolore epigastrico da moderato a grave, persistenti per almeno 12 settimane. Questi sintomi possono limitare nel lavoro, generare ansia e peggiorare la qualità della vita (QOL). Le terapie farmacologiche sono limitate e spesso hanno effetti collaterali; per questo i preparati a base di erbe possono rappresentare un’opzione. La dispepsia funzionale può essere ulteriormente classificata in 2 sottotipi: dolore epigastrico o sindrome da sofferenza post-prandiale (PDS) secondo il sistema di classificazione Rome III. I semi di Anice (Pimpinella anisum, Apiaceae) sono considerati regolatori dei processi digestivi ed efficaci carminativi. La pianta viene impiegata nei casi di dispepsia, spasmi gastrointestinali e meteorismo. Uno studio clinico randomizzato in doppio cieco condotto in Iran ne ha valutato la capacità di migliorare la qualità della vita delle persone con dispepsia funzionale. I partecipanti al trial sono stati assegnati in modo casuale a 2 gruppi: il gruppo sperimentale (47) ha ricevuto polvere di semi di anice, mentre il gruppo placebo (60) ha ricevuto amido di mais (Zea mays, Poaceae), 3 g dopo ogni pasto (3 volte al giorno) per 4 settimane. L’efficacia del trattamento sulla qualità della vita è stata valutata con il questionario SF-36 versione semplificata a 8 item, fra cui dolore fisico, funzionalità fisica, vitalità, salute generale e mentale, funzione sociale, ruolo emotivo ecc. Sei di queste categorie sono state combinate nei 2 gruppi: componenti fisiche e componenti mentali. I punteggi per il gruppo sperimentale sono aumentati in tutte le categorie, con un miglioramento più marcato per la categoria dolore fisico (aumento di 53 punti) rispetto al gruppo placebo. Gli autori concludono che l’anice è risultato efficace nel migliorare la qualità della vita di soggetti con dispepsia funzionale; fra le limitazioni dello studio ci sono la scarsa numerosità del campione e il breve periodo di follow-up (12 settimane).

Fonte: Ghoshegir SA, Mazaheri M, Ghannadi A, et al. Pimpinella anisum in modifying the quality of life in patients with functional dyspepsia: a double-blind randomized clinical trial. J Res Med Sci. December 2014;19(12):1118-1123.

 

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

L’Erborista © 2018 Tutti i diritti riservati

© 2014 Tecniche Nuove Spa • Tutti i diritti riservati. Sede legale: Via Eritrea 21 - 20157 Milano.
Capitale sociale: 5.000.000 euro interamente versati. Codice fiscale, Partita Iva e Iscrizione al Registro delle Imprese di Milano: 00753480151