Proprietà antibatteriche dell’Elicriso

L’elicriso (Helichrysum italicum, Asteraceae), pianta erbacea ricca di proprietà curative e aromatiche, è usato tradizionalmente anche per contrastare infiammazione e infezioni; composti come i floroglucinoli e i loro derivati mostrano un’attività antibatterica. Una recente ricerca di base realizzata in Italia ha isolato tre nuovi composti amminofloroglucinol-derivati ​​e, insieme ad altri 17 già noti, ne ha testato l’attività antimicrobica e anti- biofilm. Il materiale vegetale è stato raccolto nella Riserva Naturale di Caserta. Foglie e steli sono stati separati, essiccati ed è stato ricavato l’estratto. Per identificare i composti sono state utilizzate spettroscopia a raggi ultravioletti, spettroscopia di risonanza magnetica nucleare e cromatografia su strato sottile. Le analisi antimicrobiche sono state eseguite utilizzando S. epidermidis e Pseudomonas aeruginosa, con controlli positivi, tobramicina e vancomicina. La vitalità dei batteri è stata misurata in termini di percentuale di riduzione della crescita e dell’inibizione della crescita dopo 0, 4, 8, 16 e 24 ore di incubazione con diluizioni dell’estratto di elicriso. L’impatto anti-biofilm è stato determinato incubando gli estratti vegetali con batteri e misurando la formazione del biofilm. Sono stati isolati tre nuovi derivati ​​dell’amino-floroglucinolo e 17 composti già noti. Quattro dei composti, a 128 μg/ml, hanno inibito la crescita di S. epidermidis in percentuali da 30,3 ± 0,03% a 77,0 ± 0,13%. Alla stessa concentrazione la vancomicina era efficace al 100 ± 0,5%. E’ stata testata l’efficacia battericida nel tempo degli stessi composti contro  S. epidermidis. Il composto 2 si è dimostrato il più efficace nell’arco di 8 ore. Altri composti testati non hanno avuto un impatto altrettanto apprezzabile, nonostante l’inibizione della crescita cellulare nel test precedente. Diversi composti hanno inibito la formazione del biofilm di S. epidermidis; il composto 2 si è dimostrato il più efficace, con una percentuale di inibizione superiore al 75%. Altri composti si sono dimostrati efficaci, avvicinandosi al 50% di inibizione. Nessuno dei composti testati ha attenuato la vitalità di Pseudomonas aeruginosa. In conclusione, diversi nuovi composti sono stati isolati con successo dall’elicriso. I dati riportati suggeriscono che il composto 2 è il più efficace nei tre test antimicrobici. Ricerche ulteriori consentiranno di valutare l’applicazione di questi composti in funzione antibatterica.

Fonte: D’Abrosca B, Buommino E, Caputo P, et al. Phytochemical study of Helichrysum italicum (Roth) G. Don: spectroscopic elucidation of unusual amino-phlorogucinols [sic] and antimicrobial assessment of secondary metabolites from medium-polar extract. Phytochemistry. December 2016;132:86-94.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here