Il mango, buono non solo da mangiare

Il mango (Mangifera indica L.) è un albero tropicale appartenente alla famiglia botanica delle Anacardiace che può crescere da 1 a 4 metri di altezza. Produce frutti di grandi dimensioni di forma ovale, che rappresentano la parte più utilizzata a scopo alimentare. I frutti sono ricchi di vitamine A, del gruppo B e C, di fibre solubili e insolubili, ma anche di altre sostanze come i carotenoidi, dei quali è nota l’azione antiossidante.

Diversi sono gli utilizzi tradizionali conosciuti che riguardano anche altre parti della pianta, come le radici, la corteccia o le foglie che contengono diversi composti bioattivi, fra cui la mangiferina, l’acido mangiferonico, flavonoidi, acidi fenolici, caroteni ecc.

La tradizione d’uso attribuisce alla pianta del mango diverse azioni benefiche (antiossidante, antidiabete, antinfiammatoria), alcune delle quali non sono ancora state sufficientemente convalidate dalla moderna ricerca scientifica.

Il mango ha un impiego secolare nella medicina ayurvedica, dove ad esempio numerose parti dell’albero sono utilizzate per le proprietà antisettiche, come astringenti per tonificare i tessuti, come lassativi e diuretici, per promuovere la digestione e alleviare la diarrea.

Il composto bioattivo più tipico del mango è la mangiferina, che risulta presente in quantità maggiore in foglie, corteccia e radici rispetto ai frutti.

La corteccia costituisce, di fatto, la parte più utilizzata in ambito medicinale e salutistico; un estratto acquoso della corteccia di M. indica ha dimostrato, ad esempio, proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e immunomodulanti. Questo tipo di estratto, sviluppato a Cuba, viene oggi ampiamente utilizzato per affrontare diversi disturbi come diarrea, mestruazioni abbondanti, infezioni cutanee ecc.

Un gruppo di ricercatori dell’Università di Palermo ha di recente pubblicato una review che esamina nei dettagli sia le problematiche della coltivazione della pianta, da diversi anni in corso anche in Sicilia, sia le proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e antitumorali attualmente allo studio, con interessanti rinvii alle ricerche finora pubblicate.

 

Per approfondimenti: Lauricella M, Emanuele S, Calvaruso G, Giuliano M, D’Anneo A. Multifaceted Health Benefits of Mangifera indica L. (Mango): The Inestimable Value of Orchards Recently Planted in Sicilian Rural Areas. Nutrients. 2017 May 20;9(5).

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here